Camera della musica

Home  /  Il Museo del quotidiano  /  L’esposizione  /  Il museo  /  Camera della musica

(una stanza accogliente)

Una stanza che accoglieva la famiglia Guatelli, ospiti e amici attorno al tavolone centrale per scambiare parole e consumare l’ospitalità di Ettore e della casa. Accogliente perché nel tempo ha accolto oggetti “da essere visti” e alcune composizioni di oggetti (quadri). Ma perché stanza della musica? Perché nel tempo ha accolto, ed ancora contiene strumenti musicali, fra i quali la piccola raccolta di Ghironde, la vetrina delle pive e le vetrine murali degli strumenti e degli oggetti del laboratorio dell’ U Grisu.

Scrive Ettore in “La coda della gatta”:

A Cicagna, in Liguria, ho comprato l’attrezzatura (e ciò che era rimasto di semilavorato) di un bravissimo costruttore di pifferi, Bacigalupo detto “U Grisu”. Ad avere un suo piffero oggi è diventato vanto e fortuna. Morto nel 1935, per anni gli eredi hanno offerto inutilmente all’amministrazione comunale il laboratorio che poi han dato a me. E anche quel sindaco è venuto più volte a chiedermi di rivenderglielo.

 

visitaci

Tutte le informazioni per visitare il Museo Guatelli: orari di apertura, tariffe, come raggiungerci, dove mangiare...

SEGUICI SU
Immagini di Mauro Davoli, Paolo Candelari  -  Testi di Mario Turci, Pietro Clemente, Jessica Anelli, Francesca Fornaciari
© 2011-2021 Fondazione Museo Ettore Guatelli. Tutti i diritti riservati.  Privacy policy  -  Cookie policy