Le schede

Home  /  Il Museo del quotidiano  /  L’esposizione  /  Gli oggetti  /  Le schede

Sono scritture che spesso passano prima per il diario di Ettore Guatelli, che poi talora dattiloscrive come spunti per i suoi articoli o le conferenze. Tutte cose che entrano a far parte della memoria narrativa del museo.

Lo schedario riguarda quindi gli oggetti da molteplici prospettive: informazioni sulla loro vita e il loro nome in zona e altrove, frammenti di storie: sono soprattutto le storie delle cose che lo interessano. E queste storie cercano modi di «presentazione museografici».

Legate al suo museografismo totalizzante sono quindi molte riflessioni che Guatelli scrive come annotazioni da sviluppare, spunti per idee allestitive, temi di «museografia e museologia», una di queste del 21 febbraio 1989 dice: «Vorrei che le mie schede fossero tanto vicine alle cose, quanto all’uomo».

In questo modo la schedatura tende a coincidere con la ricerca. Ogni occasione che Guatelli ha di incontrare persone è concepita come scambio, e arricchisce in qualche modo lo schedario.” (P. Clemente, Il bosco delle cose)

visitaci

Tutte le informazioni per visitare il Museo Guatelli: orari di apertura, tariffe, come raggiungerci, dove mangiare...

SEGUICI SU
Immagini di Mauro Davoli, Paolo Candelari  -  Testi di Mario Turci, Pietro Clemente, Jessica Anelli, Francesca Fornaciari
© 2011-2019 Fondazione Museo Ettore Guatelli. Tutti i diritti riservati.  Privacy policy  -  Cookie policy